Poesia del paziente

Hi, my name is Luca
Il sole brilla alto in cielo
L'aria dell'alba è tersa e pulita
Una leggera brezza accarezza
La chioma degli alberi
Nel prato spunta un fungo
Vuoi scommette che oggi m'aripungo?

Ore 17.23 sabato.
Scusate il verso ma m'è venuto così spontaneo quando l'ennesimo braccio va incontro al suo ago e lo sguardo si fissa sull'ennesimo squarcio di fuori attraverso il finestrone di lamiera. Le mie povere braccia sono davvero stanche di essere prese per bersaglio da quelle dannate freccette, e dire che un tempo era il mio miglior passatempo. Come si cambia nella vita.
Oggi due dimissioni: Ho Chi Min, esempio di come sia sbagliato portare un nonnetto di 90 anni in ospedale. Auguri Ho Chi Min. Hanno inoltre dimesso Iggy Pop, a cui mi stavo affezionando molto. Prima di andare via mi racconta le sue esperienze quando più di trent'anni fa lavorava al S. Maria della Pietà, avete presente? Il manicomio. Mi raccontava di come, allora, gli strumenti d'indagine e di sedazione fossero due l'elettroencefalogramma e l'elettroshock. Gli chiedevo se si verificavano gli effetti che si vedono nei film. Lui mi dice che l'unico film che lui ricorda aver visto che si avvicina alla realtà era ' Qualcuno volò sul nido del cuculo'' anche se dal vero i pazienti strillavano di più. Quando andava a prendere il paziente per il secondo trattamento, il paziente cominciava a strillare, pipì e cacca sotto immediata. Mi racconta che a volte c'erano in una grande camerata una trentina di trattamenti fatti di seguito. Un letto, bzzzzzzz, un altro letto bzzzzzz e così via, la cosa agghiacciante che il team era composto da psichiatra, il tecnico, lui e le monache. E indovinate chi è che decideva il voltaggio? Lo decidevano in base al loro comportamento notturno. Buono, una scossetta, medio buono una scossa, problematico una bella scossa.
Meno male che in Italia esistono i radicali, unica compagine politica, discutibile quanto vuoi, ma quante cose dobbiamo alle loro lotte.
Addio Iggy see ya around
Nel frattempo un nuovo rimpiazzo, Nicolay Nicholadze, credo russo, comunque dell'est, non parla un 'h' o quasi d'italiano, abbastanza giovane, forse una cinquantina, totalmente autonomo nei movimenti, non riesco a capire il perché del suo ricovero; comunque ancora una volta la stirpe della Selva è salva, e la notte continua a prevedersi senza particolari problematiche. Sapete, è importante, vitale non avere personaggi problematici nella selva la notte.
E' arrivato il vitto. Ve Sallustio.
Dopo cena la grande sorpresa: la visita di Father Pius and Marie Curie, alias Maurizio e Patty. Sono stato deliziato di un'oretta della loro bella presenza. Thank you guys. Quando se ne vanno li accompagno all'uscita del pronto soccorso, ci salutiamo e torno su.
Entro nella Selva e constato che la mia preghiera non era stata esaudita; è arrivato il problema notturno. Piero una sessantina di anni, ernia. Comincia il delirio; continuamente si alza e volendo andarsene si trascina dietro tutta la flebo, in una mezz'oretta manda nel panico doc. Freeze, che come Ponzio Pilato se ne lava le mani delegando la patata a noi e agli infermieri e pian pianino sparisce. Quando il buon Piero si trova solo ometti, comincia a calmare la sue aggressività e fuoriesce il cupo delirio: ' Ma che ci faccio qui?, io devo tornare a casa, perché mi fregano il computer, poi me lo ripagate voi eh, sono 80 euro, capito?. Voglio inoltre il rimborso, perché voi mi farete bere l'acqua del dottor Di G., in più dovete pagare cara l'alleanza che avete fatto con l'avvocato M., e per il tranello che mi avete fatto per attirarmi e tenermi qui prigioniero!!!'.
Con molta pazienza l'infermiere Massimo, napoletano, di rara simpatia, lo convince a spogliarsi e a mettersi a letto. Il resto lo abbiamo fatto io e Kriminal, ironizzando con lui sulla storia del computer, del dott. Di G. e dell'avvocato M.i, ragazzi un'ora di risate come non facevo da anni, poi quando si è arreso, con Krimi ci siamo visti la partita della Roma. Bella partita e non sono ironico.
Ore 23.00 Ninna Nanna.
21 century schizoid man.
Sabato 13 novembre 2010