26 Dicembre 2012

Mi sento in difficoltà ...tra la voglia di scrivere quanto mi è accaduto...e la delusione di aver già smarrito quella sensazione incredibile che mi ha accompagnato fino a un paio d'ore fa...
Provo a scrivere...con l'idea di voler aggiungere questi miei pensieri alla mia storia sul sito...visto che nel 2012 non credo di aver messo alcuna esperienza...così quando la prossima settimana sarò dalla mia Gura...inserirò anche questo...
Ci provo:...

Mi sono svegliata alle 5.00...ieri sera a letto presto dopo una giornata in bella compagnia dei miei amici...
Avevo già deciso da ieri che sarei andata alle terme...e così è stato...superando quello stato di pigrizia iniziale che mi voleva convincere a restare sul divano dopo la colazione...invece di affrontare i - 3° fuori dalla porta...
Esco al buio e l'ARTI mi accompagna fino alle terme...non c'è quasi nessuno...fuori fa molto freddo e l'acqua non sembra neanche particolarmente bollente...Ho cercato un mio posto consono....e mi sono lasciata andare al respiro per cercare di  connettermi...a quel mio stare lì...

Ora è veramente faticoso ricostruire...ma lì...mentre respiravo...tutto era chiaro, nitido, ovvio direi....!!!!
Il piacere del respiro, sentire il corpo muoversi nell'acqua lentamente...sentire quanti muscoli ho dentro di me e il saperli usare ...tutti...e poi la mia vocina...che mi domanda: " Qual'è Jole la cosa più bella che hai avuto dalla vita???"...un sacco di risposte si sono accavallate nella mente...Luca, Emil, la gioia che provo nel fare il mio lavoro, l'incontro con Filippo e il Reb...e poi " lei"...cioè io...la risposta più "sentita, sincera, vera...: " No...queste cose sono solo la conseguenza...la cosa più bella che hai avuto ( sentirlo in terza persona....fa un certo effetto...!!!!) è semplicemente la consapevolezza del tuo respiro"
Ora..detto così sembra banale...scontato e privo di profondità...e invece no..in quel momento non lo era...e chi ha fatto reb può comprendere quello che cerco di descrivere invano...ahimè!!!
Ho amplificato il respiro e il movimento...facendo quello che mi veniva di fare..incurante delle due persone che percepivo ...anche se a distanza... essere presenti accanto a me.
Mi è partito un "film!!!! un treno di pensieri, immagini, emozioni..."...e una parte di me osservava e sorrideva ( come se ci fossero due Jole a vivere quell'esperienza...quella che viveva l'esperienza e quella che osservava quello che stava accadendo....un vero trip!!!!!!!) mi sono concessa di vivermi degli ego trip allucinanti...con dei giochini narcisistici e con exploit ( si scrive così??) di un falso Sè che ogni tanto mando in onda....alla ricerca di un riconoscimento "esteriore"...che un pò mi faceva sorridere, un pò incazzare....un pò mi sentivo patetica....della serie... " Mo no dai Jole!!!! ancora stai così!!!! No!!!" ecc... ecc...
Sono stata un pò in questo stato...andando a scandagliare fino in fondo... tutte le pieghe di quell'Ombra...che non guardo mai...se non in queste occasioni....come quando decidi di mettere a posto alcuni cassetti di casa...e sai che ci troverai un casino dentro....ma poi rimandi perchè tanto il cassetto è chiuso...e il casino è dentro ...ma lo sai solo tu!!!!!
Ho "visto" Luca...dirmi delle cose...e sentire dentro di me delle emozioni per lui..e lasciarle fluire così...permettendomi di farle emergere...in tutte le discrepanze possibili...ho intuito che solo  la vera libertà d'amare ci lascia comprendere chi siamo...e che la gabbia di pensare che possiamo fare all'"altro"  ( nel bene e nel male) è solo l'alibi per non concederci di scoprire degli aspetti inaspettati di noi...per poi proiettare quello che non riusciamo a concederci....dimenticandoci veramente quello che volevamo sperimentare....prima di entrare in quella gabbia.....
Mannaggia quanto è difficile!!!!!!!! Eppure non lo era...là..in quello stato ...in quel momento....
Ad un certo punto un qualcosa...forse un pensiero o forse no...non so...ma è come se la mia mente fosse uscita da questo turbinio di pensieri ed emozioni..e si fosse magicamente fermata....in "altro"...
E allora è come se fossi piombata in un qui e ora indefinito...ma chiarissimo...attenta solo a percepire ciò che era dentro e fuori di me...senza che ci fosse un Io che lo volesse percepire....( questo proprio non ce la faccio a spiegarlo...è proprio inutile...)...e allora ho sentito il mio corpo senza peso...galleggiare senza sforzo...l'acqua dietro di me che scendeva calda e mi avvolgeva in uno stato di calore...che non aveva separazione con niente....ero il suono che udiva, il calore che scaldava e non c'era separazione da niente...nè dentro nè fuori....tutti i pensieri precedenti...mi sono sembrati privi di senso e significato...comprendendo CHI dentro di me percepiva tutto questo...intuendo in modo diverso....diverso e basta...la frase di prima....il regalo più bello della vita...la consapevolezza del respiro....!!!! un altro stato..un' altra consapevolezza rispetto a prima....ma sempre io  ( Jole) che la percepiva e io osservare questa osservazione...!!!!!! Incredibile!!!!!me la sono goduta...lasciandomi andare a quello che il corpo mi faceva fare in questa non separazione dall'Universo.....

E poi...così come era arrivato questo stato...così è andato....
" Cazzo  che fico!!!!!!" ho pensato....e quello stato è passato....trasformandosi in altro...con un Io che avrebbe voluto riacchiappare quello stato....e una parte di me che sorrideva per lo sforzo inappropriato di voler raggiungere qualcosa che si ottiene proprio quando non c'è un Io che vuole sforzarsi...
Ho aperto gli occhi...e ho visto la Luna...piena, tonda, rassicurante...rasserenante...Mi sono concessa il lusso di avere un paio di intuizioni/ visioni..per il seminario...mi sono sentita connessa a quella palla gialla così lontana...ma così vicina al mio ciclo corporeo ....così presente dentro di me...
E poi sono andata nell'acqua gelata...e ci sono stata un pò..mantenendo il respiro alto....e gioendo del piacere che il mio corpo mi concede...quando glielo permetto!!!!!!
Il ritorno in macchina è stato piacevole..il corpo era caldo ...ma fuori...continuava a essere freddo....
Anche il ritorno a casa è stato piacevole...Luca ed Emil si erano svegliati da poco....e i miei cornetti non li hanno per niente stupiti...Ho sorriso per questo...pensando a quanto io adori fare colazione...e ho fatto il bis concedendomi un cornetto con la crema e un altro buon caffè...

Ora mi sento rilassata...e anche un pò stanca..ma oggi mi concederò riposo assoluto e chissà anche un sonnellino....se viene..
Di certo questa esperienza con il respiro....è stata bellissima...e come accade spesso...inaspettata...non richiesta....e ovviamente stupefacente....!!!!!! Dopo quasi 17 anni di reb...avere ancora sedute così profonde mi fa percepire, come dicevamo ieri sera con Maurizio, che il reb è veramente....."rassicurante" perchè sempre...sempre...hai la sensazione che non c'è nulla da raggiungere...ma soltanto dopo che il tuo Eguccio ti vuole far sentire che sei fico perchè hai raggiunto...qualcosa....!!!!!!

La cosa più bella che ho avuto dalla mia vita....è la consapevolezza del mio respiro..e oggi ...so che non lo posso sapere....
Buongiorno Mondo. Jole