Aggiornamento

Sono trascorsi 4 anni dall'ultimo mio scritto.
Risistemiamo il sito: questo il compito del 2006 e quindi aggiorniamo anche le nostre storie, questo con Luca ci siamo detti!
Ebbene, caro lettore, cosa raccontarti di questi quattro anni trascorsi dal 2002 ad oggi???
Beh! Che il rebirthing transpersonale continua ad essere nella mia vita (e in quella di Luca e Romina): abbiamo continuato a fare seminari e sedute e ad incontrare tante persone con la voglia di stare bene e di rimettersi in contatto con la parte più autentica di sè, abbiamo assistito a 'miracoli' di trasformazione interiore e a persone che invece hanno avuto bisogno del reb per intraprendere altre strade di autoguarigione.
Allora cerco di raccontare ancora la mia.
La nascita di Emil è stato un grande cambiamento alla nostra vita di coppia! La vita di un figlio rimette in gioco te e il mondo che ruota intorno a te.
Io ho deciso di dedicarmi ad Emil per tutto il primo anno della sua vita in modo totale! E' stato allattato al seno per undici mesi fino a quando in modo naturale non lo ha voluto più, ho rispettato sempre i suoi tempi e, grazie anche al reb, delegato a Luca e ai miei familiari prossimi, che lo hanno accolto con tanto amore, quando proprio non ce la facevo più!!!! Come dicono tutti non è una passeggiata ma ne vale certamente la pena come tutte le esperienze che costano fatica poi sono quelle che ci appagano di più.
Questo cambiamento ha innescato a catena una serie di eventi e situazioni che se solo penso che sono trascorsi quattro anni, mi rendo sempre più conto che le categorie spazio-tempo sono veramente illusorie. Luca si è preso cura di me: ha pensato alla casa, al cibo, al mio benessere, eravamo una 'ruota d'accudimento': io per Emil, Luca per me, Emil per tutti e due.

Estate 2003 ancora cambiamenti
Non è stato facile prendere la decisione di stare al 30% dello stipendio (circa 300€ al mese) e di affidarsi sapendo che questa scelta sarebbe stata quella più adeguata per noi eppure, come sempre, ad ogni scelta coraggiosa c'è sempre un premio dietro la porta.
Il mio secondo fratellone (R.) e Rita mia cognata, che hanno acquistato un bar pizzeria a taglio stagionale ad Anguillara sul lago, propongono a Luca di prendere in gestione la spiaggia di fronte al bar e di aprire uno stabilimento balneare! Non solo, mio fratello è un campione di canoa e il suo sogno è quello di creare una scuola per i bambini che vogliono apprendere questo sport: io e Luca avremmo dovuto occuparci di organizzare un kinderheim (uno spazio ludico oltre la scuola di canoa) per far divertire i bambini fino alle 16.30!!!! Un'idea geniale che abbracciammo subito, consapevoli che questa nuova impostazione della nostra vita avrebbe agevolato la crescita di Emil insieme a noi e che il lavoro di Luca d'estate e il mio d'inverno (dal 2004 ho un part-time verticale e quindi lavoro nei mesi invernali da novembre ad aprile) ci avrebbe permesso di vivere in semplicità, come di fatto stavamo già facendo e di essere vicino ad Emil nei suoi primissimi anni di vita, periodo evolutivo importante per apprendere il mondo là fuori con il sostegno e la fiducia di figure importanti come i propri genitori.
Mi ricordo ancora le nuotate (per prendere il brevetto di assistente bagnante) di sera con le tette piene di latte (l'ultima poppata era alle 23 circa e io tornavo dalla piscina a quell'ora) e la fatica ma ero ritornata in perfetta forma e l'estate del 2003. Fu una delle più calde degli ultimi 500 anni!
Ormai questa routine è consolidata e il lavoro cosi impostato ci fa stare in una situazione di famiglia anomala, io che lavoro d'inverno e mi alzo alle 5.30 per andare e lavoro e Luca che pensa ad Emil e alla casa fino alle 16,00 orario del mio rientro e Luca che lavora d'estate mentre io mi occupo di Emil..in una 'quasi-vacanza'.
In mezzo, la ns attività di rebirthers e gli incontri strutturati della nostra associazione (i seminari di Filippo a Bolsena e ad Asti) che sono linfa vitale e ricarica per godere appieno di questa vita meravigliosa e felice.